mercoledì 3 dicembre 2008

porto torres...

In attesa che Roma si degni di rispondere.
Porto Torres, 04.12.2008.






8 commenti:

Elsa ha detto...

domani alla testa del corteo, il presidente dimissionario Soru...
Comprendo che non è un argomento molto conosciuto...Comunque ci sarà la cittadina bloccata in tutte le sue attività...non è poco... vedremo....

holden ha detto...

Qui, le notizie sulla sardegna sono pari a zero, apprendo da te quello che sta succedendo, in effetti è vero..se le notizie non passano il problema non esiste..ciao un caro saluto

articolo21 ha detto...

Facinorosi :)

frank ha detto...

sento un po la nostalgia di certe manifestazioni dei primi anni '90 o del 2002: la sensazione di essere uniti per uno stesso fine. se diventasse una convinzione, una certezza, un modo di essere, anche una momentanea sconfitta sarebbe sempre un nuovo punto di partenza.

Elsa ha detto...

Fra gli anziani...la consapevolezza di non avere mai visto tanta partcipazione come in questo caso, anche se il rapporto con l'industria chimica è sempre stato d'amore e odio. Cioè fra il lavoro e la mai attuata bonifica del territorio da essa occupato.
Comunque nessun danno a cose o persone stante la rabbia immensa.
Presenti le istituzioni tramite trenta comuni divisi per l'intera isola. Presente il dimissionario Renato Soru ( chissà se si dimetterà realmente!), comunque dal vivo persona gentile e timida.
Insomma se entro poche ore Roma non risponde...l'isola dei "non famosi" si presenterà il 10 corrente mese nella capitale. Questa volta gli argini si sono rotti, lo scandalo è veramente grande. In recessione ENI ci presenta il conto, ma il suo è in attivo mentre quello di 3500 ex-dipendenti è fortemente in rosso. Mi viene difficile scrivere il numero complessivo per componenti familiari, su un territorio a poca densità rispetto alla sua estensione. Forse è un numero che fa paura se ci penso.
Grazie

Luigina ha detto...

Tutta la mia solidarietà Elsa!!!!E un abbraccio fortissimo

Ishtar ha detto...

Che pretese che abbiamo sorre, non scherzare, figurati se fino a che siamo in una regione di sinistra ci penseranno...anche poi se dovesse cambiare il colore del partito cambiasse...non ci si fila!
Siamo sempre stati i luoghi ideali per le ferie da sogno a poco prezzo, prima...il luogo ideale per la spazzatura contaminata, per le basi militari etc
Che amarezza!
Ti abbraccio sorre!

wilson ha detto...

È dura, molto dura.