domenica 11 gennaio 2009

sand creek...



Scegliere un brano sarebbe stato arduo, allora qualcosa di tremendamente vicino e attuale... anche se nei testi di Fabrizio è difficile che qualcosa non ci tocchi in ogni istante.
Parlare di Lui non è semplice, è disarmante ascoltare in musica la poesia di certi stati d'animo di cui solo Lui è stato capace.
Elsa

11 commenti:

stella ha detto...

Stai ricordando un "grande"!

Ishtar ha detto...

Hai notato di quanto sia presente l'influenza delle nostre tradizioni popolari nella sua musica?
Io lo sto scoprendo questo poeta della canzone ed è una delle prime cose che ho notato, ciao e buon anniversario al nostro De Andrè

l'incarcerato ha detto...

Ecco, questa canzone racconta come noi occidentali siamo stati spietati verso un grande popolo come quello delle tribù d'America.

Lui è stato sempre dalla parte degli oppressi, dei deboli, del sottoproletariato, lui mi manca troppo...

wilson ha detto...

L'ho visto l'atra notte il concerto del 98 del Brancaccio...

Elsa ha detto...

@ l'incarcerato

forse tu non lo sai, mi conosci da poco, ma io ho dentro i nativi americani e non solo quelli.
In questi giorni altri bambini muoiono per le ambizioni di qualcun altro.
Manca tanto hai ragione.

@ ishar

si, lui aveva dentro i valori del popolo sardo. Non solo li conosceva ma li apprezzava. L'indiano fu un album, ma nn slo quell, in cui fra le righe intonava la nstra isola.

@ stella

è doveroso, Lui ci ha donato tanto.
ma è anche un piacere grande.

@ wilson

Rimasi davanti alla tv e nn mi spostai un attimo per quel concerto:)

staff dixdi ha detto...

ciao e buona domenica come sempre ottimo post

silvano ha detto...

Una grade canzone di Faber, ma quale non lo è? Mi fa pensare tutto questo sincero amore che si ritrova ovunque per lui. Forse a lui non sarebbe piaciuta questa celebrazione...non lo so forse l'avrebbe comunque apprezzata perchè non di maniera.
ciao, silvano.

Elsa ha detto...

@ Silvano

forse..."perchè non di maniera".

ps ho postato questa perchè parla della morte di bimbi innocenti ed oggi come sempre abbiamo bisogno delle sue parole.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Qualunque brano si scelga si avverte sempre una grande emozione.

Mi sono permesso anch'io umilmente di ricordare un grande come Faber.

Elsa ha detto...

@ Daniele

un modo speciale:)

Aride ha detto...

Ciao Faber.....
Mi manchi Faber...
Ciao Faber...