domenica 17 febbraio 2008

La morte ovunque nel mondo.

Qualcuno muove i fili...non posso far altro che osservare...
Allora vien fuori la mia fottuta Paura.
Vomito pensieri in libertà
Mi domando perchè...
Strano il mio destino...sono nata con le gesta di Rin Tin Tin
convinta che gli indiani fossero i veri cattivi, quelli brutti e strani che si fregiavano di penne di pollo anche nei momenti più intimi, che per sembrare più cattivi si dipingevano l'arcobaleno sulle guancie. Io poi devo confessare che nei miei carnevali infantili mi vestivo sempre così...una premonizione di ciò che mi sarebbe accaduto più tardi?
Si...ebbene ora sono un fan sfegatata degli Indiani, proprio di quelli che lanciavano le freccie contro la fattoria della zia Molly, tentando sempre ma senza mai riuscirci, di violentare la giovane verginella (così almeno facevano credere) inglese che aveva la sola colpa di essere giovane, bella e rigorosamente ingenua!!!!!
Ma poi arrivava Luke che proteggeva sempre la sorellina in difficoltà!
Sono impazzita?????
Nel Mondo in tanti aspettano la morte come unica liberazione da troppa sofferenza...Luke non arriverà in tempo... o forse non è mai partito.

" Finchè ci sarà un uomo sulla faccia della terra incatenato, nessun uomo potrà ma sentirsi libero."

3 commenti:

ISHTAR ha detto...

Sagge parole Elsa!
Forse un domani approfondiremo la tua ultima frase in un altro contesto, per ora ti dico che non posso che essere D'ACCORDO CON TE!
Ciao :-)

ISHTAR ha detto...

A proposito del senso del tuo post ti segnalo questo che è sucesso proprio in Sardegna, ascoltare una storia è meglio che raccontarla per cui se ti interessa leggi questo
http://ilpiaceredelcreare.blogspot.com
/2008/02/una-canzone-sulla-vicenda-di
-giuseppe.html
L'ho spezzato se no, non lo salvava
Ciao!

veronica ha detto...

Ciao Elsa! il tuo blog è molto bello, mi piace soprattutto questo post...quando vuoi vieni a trovarmi!