domenica 22 marzo 2009

good night...



Osservo l’orologio, non dovrei farlo con un interlocutore davanti… ma sono bollita. Lui continua a parlarmi ed io ascolto fin dove posso, oltre non arrivo. Ore 21.00 spengo le luci dell’ufficio. Mi dirigo verso l’auto, piove un po’… lascio che l’acqua mi bagni. Il rosso mi obbliga alla sosta, quasi dormo… quasi sogno, tanto da riuscire a sentire una fra le mille essenze di Rachele. Il profumo è talmente intenso ed io mi ci perdo… tanto da non sentire chi mi suona dietro per via del verde. Sto lavorando intensamente, so che prima o poi arriverà un black-out… ma sono fatta così. Parcheggio sotto casa…L’ascensore è troppo lento questa sera… quanto mi sembra distante il mio nido. Corro svelta su per le scale nella convinzione di aver fottuto la lentezza del montacarichi. Non verifico, lascio che sia… Piano mi sfilo le scarpe, piano mi svesto, piano in doccia. Metto un po’ di musica, non ho voglia di pensare… forse neppure di ascoltare, ma lei fa presa in ogni caso su di me. Mi preparo un passato di verdure. La zia Clotilde lascia sempre una discreta riserva nel congelatore. La mia antipatia per lei rimane intatta… ma in quell’istante le rivolgo un pensiero gentile. Ascolto i messaggi nella segreteria telefonica… La mamma protesta per la mia latitanza, Rachele mi chiede di richiamarla, Marco mi bacia…
Avvolgo me stessa fra le lenzuola nuove di flanella, mi stendo sul divano. Ascolto nel silenzio il vociare dei bimbi che abitano di fianco a me. Sorrido e vorrei avere in quell’attimo le loro energie. Squilla il cellulare… cazzo ho dimenticato di spegnerlo!!! Evito di rispondere. Non oggi, time out.
Domani ci sarò per tutti... ma non adesso.
Lentamente chiusi gli occhi e tutto divenne più lieve...

16 commenti:

UIFPW08 ha detto...

raccontare la vita è sempre un'emozione forte, grazie Elsa. Ciao

loris ha detto...

...ritrovare la propria coperta di Linus circondati dai 4 muri di casa ci rassicura e ci consola delle fatiche fisiche e mentali.

Confinidiversi ha detto...

ti auguro buon riposo..
e comunque, il vociare dei fanciulli concilia il sonno? A rigor di logica, non dovrebbe..sarà che di fianco al mio appartamento, i fanciulli, non parlano, sanno solo strillare.

Angelo azzurro ha detto...

Certi giorni, niente è meglio che una bella coperta o lenzuola di flanella che ci avvolgono!
Buona serata Elsa!

Bruno ha detto...

pero' trovo siano belli anche i momenti di time out..... soprattutto quando si riesce a staccare dal mondo ed isolarsi....

riri ha detto...

Ciao Elsa, posso solo dirti good morning:-)
mi concilia il sonno solo il rumore del mare,
un sottofondo di Bach,
il lento russare del mio cagnolino,
felice di leggerti..

indierocker ha detto...

good night... and good luck!

...cmq, lenzuola di flanella number one! per veri intenditori!!!

lellofieramosca ha detto...

La tua capacità narrativa è sorprendente,come hai descritto il momento del(non so trovare le parole)"dormire?!","finire la giornata ?!" è stato molto catturante.

Luigina ha detto...

Buonanotte Elsa! Ogni tanto è necessario staccare, ma è bello leggerlo descritto da te. A presto

l'incarcerato ha detto...

Mi vien voglia di coricarmi al letto, e dormire dormire non pensando ai problemi quotidiani che inevitabilmente si presentano.

Alberto ha detto...

Quando avverto una certa stanchezza non riesco a fare altro che buttarmi 'a quattro di bastoni' sul letto. Invece tu: ti fai la doccia, cucini, metti musica... complimenti!

Miele ha detto...

sono belli i tuoi racconti...

cornflake girl ha detto...

Vita, vita, vita! bellissima anche quando si passano momenti apparentemente banali di routine. Ti auguro di viverne ancora tanti di così infinitamente piccoli ma infinitamente intensi.

Jasna ha detto...

la mia elsa! mamma che invidia bonaria... hai una tale capacità descrittiva che mi lascia allibita... alla fine pensavo di essere li con te... a rimboccarti le lenzuola..... notte tesoro!

clochard ha detto...

Luna scodinzola e ti saluta,mi suggerisce di dirti che la vita scorre veloce e domani l'oggi non ci sarà più.
Con affetto. Clochard

Elsa ha detto...

@ clochard

forse hai frainteso cio ce ho scritto... mi dispiace:)
vivo molto intensamente giornate che durante le quali fermarsi e prendere fiato diventa impossibile.
un saluto e RONFFFFFFFFFFFFFFFF