sabato 14 marzo 2009

Tibet, anniversario all'insegna della repressione...



Mi ritrovo a scrivere su questa infamia, provo un grande dispiacere ovunque i diritti vengano violati... non solo a parole ma nel sangue. Qualsiasi forma di regime è aberrante e lede la dignità dell'essere umano.
Elsa

15 commenti:

Elsa ha detto...

Auspico una soluzione del problema... ma forse è solo un sogno... l'oro nero non fa parte di quel territorio splendido.
Parlarne non è mai deleterio, anzi!!!!
grazie Elsa

l'incarcerato ha detto...

Hai ragione, bisogna parlarne. E grazie per averci fatto ricordare questo tragico anniversario!

Pietro ha detto...

concordo con l'incarcerato, hai fatto bene a ricordarlo.

Angelo azzurro ha detto...

Brava Elsa! E'giusto ricordare per non dimenticare quello che è successo e quello che succede.

Elsa ha detto...

sembrerebbe un argomento scontato, ma non lo è... perchè da 60 anni lagiù si muore e quì sappiamo ben poco. Pero cazzo... la Cina grande potenza economica!!!

Aride ha detto...

Ciao Elsa,
in merito al discorso Tibet, mi permetto di consigliare la lettura di qualche pezzo di Domenico Losurdo, per esempio questo http://www.circologramsciriposto.it/la_cina_il_tibet_e_il_dalai_lama.htm , ma ce ne sono molti in rete.
Mai e poi mai mi sognerei di giustificare un regime, di nessun colore, ma credo che l'argomento vada approfondito e che il dalai lama non sia quel paladino della pace che vorrebbero farci credere. Prossimamente potremmo disquisire sull'argomento se sei d'accordo.
Un abbraccio.

Elsa ha detto...

pronta....

Ishtar ha detto...

Mia cara provo il tuo stesso senso di rabbia e frustrazione per tutto ciò che lede la libertà e la dignità di ogni individuo...sai ieri ho letto una mail su proposte alla legge sul permesso di caccia...ne parlerò presto, ti dico solo che poi ho sognato di essere presa io a colpi di fucile...mi toccano e mi trafiggono queste tematiche come se io fossi un tibetano, un animale da salvaguardare, una donna nata in un mondo troppo maschilista infibulata...
In questo, anche in questo siamo due sorre...buona giornata mia cara, baci :)

Sabrina ha detto...

Grazie, era importante ricordare, sei in gamba.
Buona domenica.

F. Zaio ha detto...

Mi unisco a Aride nel sollecitare un approfondimento sui monaci tibetani e la loro cultura medievale. Con questo non voglio dire che fanno bene i cinesi a massacrarli, ci mancherebbe. Solo invito tutti a cercare di sentire tutte le campane, leggere sempre entrambi i lati di una medaglia.

Lara ha detto...

Brava Elsa, mai dimenticare le tragedie altrui!

Ciao, un abbraccio.
Lara

Maurizio ha detto...

Parlarne, scriverne, per non dimenticare... è già qualcosa... concordo...

Elsa ha detto...

culture medioevali, non giusticafano genocidi e mancanza di libertà.
per Aride e Zaio.

loris ha detto...

Concordo con te Elsa. La nostra capacità di indignazione e reazione non può essere ad orologeria seguendo le logiche dell'opportunismo a scapito comunque di popolazioni come la tibetana o quella della striscia di Gaza. Anch'io ho alcune perplessità nei confronti del Dalai Lama, ma ne ho anche e non semplici perplessità nei confronti di Hamas. Il tutto però non scalfisce minimamente una solidarietà nei confronti della popolazione di Gaza contro il tentativo del governo di Israele di annientamento etnico, culturale, politico nei confronti dei palestinesi.

ps. ho letto anche i post precedenti e mi spiace non aver tempestivamente commentato.
Se anche una buona parte di Sardi ha dimostrato di non avere il rispetto per la propria terra, svendendola per 30 denari al partito delle speculazioni sul territorio contro l'ambiente, dobbiamo tutti ricordarci che la Sardegna è un patrimonio che appartiene a tutta la comunità e va assolutamente tutelata

Elsa ha detto...

ti ringrazio...
hai compreso ciò che volevo dire.
sicuramente il Dalai... ma questo non giustifica tutto il resto!

pss non ho parlato comunque del Dalai a prescindere, come per Gaza mi sono soffermata sull'emergenza e non su altro.