domenica 4 maggio 2008

Il Grande Commediante

Oh sì, io sono il grande commediante
Faccio bene a fingere
Il mio bisogno è tale, che fingo fin troppo.
Sono solo, ma nessuno lo può dire.
Oh sì, io sono il grande commediante
Alla deriva nel mio mondo
Recito la mia parte, ma in realtà mi vergogno
Tu mi hai lasciato sognare tutto da solo.
Troppo reale è questa sensazione di finzione,
Troppo reale quando sento cosa il mio cuore non può nascondere.
Oh sì, io sono il grande commediante
Ridente e allegro come un clown
Sembro essere quello che non sono, capisci?
Indosso il mio cuore come una corona
Fingendo che tu sia ancora qui
Troppo reale quando sento cosa il mio cuore non può nascondere.
Oh sì, io sono il grande commediante
Ridente e allegro come un clown
Sembro essere quello che non sono, capisci?
Indosso il mio cuore come una corona
Fingendo che tu sia...
Fingendo che tu sia ancora qui




Perchè se la passione esiste...lui sapeva esprimermerla dannatamente bene
perchè ogniuno di noi ha il suo dono speciale...lui lo aveva
perchè se nel mondo lui era qualcuno aveva una sensibilità straordinaria per ricordare chi era nessuno
perchè la sua musica semplicemente mi piace.

6 commenti:

veronica ha detto...

Il grande.

desaparecida ha detto...

certe parole in certi momenti
sono solo fotografie!

buona serata :)

ISHTAR ha detto...

Non male cara sorella, ahahaha!
Ciao sorre e spero che tu abbia carpito il mio indizio se no sai che puoi fare veronica ha una mail nel suo profilo lei ha la mia mail personale basta che tu scrivi a lei e ci metteremo in contatto!
Ciao :-)

acquachiara ha detto...

Ci sono momenti e canzoni in cui non riesco a trattenere le lacrime quando lo ascolto.
Il suo spirito è ancora nelle sue canzoni, presente come se lui non fosse mai andato via :-)

Luca ha detto...

Ieri mentre leggevo e scrivevo i commenti ho avuto un ritorno alla storia dei queen..dal nulla..ho passato in rassegna mezza you tube sui queen..oggi apro e lo vedo qui!!..sto iniziando a preoccuparmi:-)!!
...ah già, il commento..: a 16 anni fra noi piccoli chitarristi divampava il fuoco dei primi riff o dei pezzi di assoli storici..ricordo ho sudato 7giorni per arrivare all'esecuzione ottimale dell'assolo di innuendo..e alla cena di un sabato mentre si faceva tutti un gran casino e si suonavano i primi accordi, l'ho buttato lì...alla sconfidata..effetto spettacolare..
..quanti ricordi..

Cesco ha detto...

Ha segnato un'epoca che io stesso ho vissuto. Uno dei brividi maggiori quando cantò l'inno di apertura delle olimpiadi di Barcellona '92 insieme ad una cantante lirica (non ricordo il nome, qualcuno lo sa?). Solo a ripensarci, mi vengono in mente tanti ricordi.