venerdì 1 agosto 2008

a te rivolto...everybody hurts


Tante volte mi sono chiesta perchè... Sei volato via lungo la scogliera... ricordo i tuoi occhi... la tua immensa timidezza. Ancora oggi mi capita di razionalizzare su ciò che fu... avevi solo 21 anni... eri troppo perfetto agli occhi di tutti... forse proprio quello che tu non volevi... hai portato con te i tuoi sogni... infranti sulle rocce... Sono passati solo pochi anni...l'anno in cui fu abbolito il servizio di leva obbligatorio... dal quale tu hai cercato di scappare per quanto ti fu possibile... pochi mesi ancora... e non saresti stato un soldato... ma tu non lo sapevi. Non ho mai rispettato la tua scelta... avrei voluto che tu mi parlassi prima... Ci vuole un gran coraggio... o una fragilità immensa per la scelta di donare al mare i tuoi 21 anni... ma non lo saprò mai... Piccolo fiore Elsa non ti dimenticherà mai... poche righe ed il mio pensiero a te rivolto... Cuginetto voltati da questa parte ogni tanto...
ovunque tu sia...fra le stelle...nella cenere...fra le ali di una farfalla...nei profumi dell'estate...
ps perdonami non riesco a dire di più...

15 commenti:

Cesco ha detto...

Ancora nessuna ispirazione, Elsa?
A presto. Questa foto... è la tua?

Elsa ha detto...

ero ispirata...ma di un ispirazione diversa.

listener ha detto...

Nessuno si volta più da nessuna parte, nessuno è stato coraggioso o fragile e sopratutto nessuno torna indietro...per fortuna, questa paulde, questo stagno fradicio e torbido delle nostre pantomime li "suiciderebbe" una seconda volta

stella ha detto...

Messaggio commovente! Potrebbe avere attinenza con il mio post di oggi?

holden ha detto...

Non commento il tuo post,molto personale, ma traspare una tristezza di fondo, come ad un gabbiano che gli han tolto il mare..
A proposito di mare..se oggi non vai ,vengo e ti porto io,conosco una spiaggetta bellissima, che ho scoperto in una notte senza luna.ciao

Elsa ha detto...

@ stella

non lo sento commovente...ma tutt'altro. Non fu per gioco quel che accadde...io ho ancora tanta rabbia dentro. La colpa non fu la sua...se di colpa si può parlare...ma di qualcuno che se all'epoca si fosse dichiarato gay, forse oggi vivrebbe la sua vita.
Come lui...tanti altri.
Come dice listener... "li suiciderebbe un altra volta".

Elsa ha detto...

@ Holden

ogni spiaggia...sarebbe la mia.
non oggi e tanto meno in compagnia.
Oggi solo scogliere.

Cesco ha detto...

Ciao Elsa, a quanto mi pare di capire è una storia di qualche anno fa, che brucia ancora. Molto spesso indifferenza e pregiudizio possono uccidere...

Pellescura ha detto...

Brivido.

wilson ha detto...

Mi fai fare un salto indietro nel tempo...

ziorina ha detto...

/ovunque tu sia...fra le stelle...nella cenere...fra le ali di una farfalla...nei profumi dell'estate.../
Credo sia sempre voltato dalla tua parte visto che hai scritto di lui e hai suscitato delle emozioni a tutti noi che ti leggiamo... in qualche modo è con te e per un istante anche con noi...

Affettuosamente, un parere personale.

Maurizio ha detto...

Niente da aggiungere... se si potesse esprimere un silenzio, e uno sguardo intento ad "immaginare"... è quello che ti lascerei su questo post..

Elsa ha detto...

@ maurizio

immaginare cosa???
il mio volto impietrito all'obitorio...davanti ad un cadavere nero decomposto?

Valentino ha detto...

la vita è strana... tornare indietro non si può... gli incontri, le persone che incontriamo nel cammino sono fondamentali... spesso anche per superare dei piccoli problemi... e non tutti hanno questa fortuna di avere una spalla a cui poggiarsi...

Elsa ha detto...

@ valentino

avrebbe avuto la spalla...
non ha voluto.Ma forse la famiglia così attenta e così distratta,forse gli amici, forse da solo...
ti ringrazio.