giovedì 31 luglio 2008

it's probably me...


Se la notte è diventa fredda e le stelle guardano giù e ti raggomitoli sul freddo freddo suolo ti svegli al mattino nel cappotto di uno sconosciuto nessuno vorrebbe vederti ti domandi “chi si è preso cura di me? Il mio unico amico chi può essere? È difficile dirlo odio dirlo ma probabilmente sono io quando la tua pancia è vuota e la fame è così reale e sei troppo orgoglioso per mendicare e troppo stupido per rubare cerchi nella città il tuo unico amico nessuno vorrebbe vederti ti domandi chi può essere? una voce solitaria per parlare apertamente e sentirmi libero odio dirlo odio dirlo ma probabilmente sono io non sei la persona più facile che ho conosciuto ed è difficile per entrambi mostrare i nostri sentimenti alcuni direbbero che dovrei lasciarti che tu vada per la tua strada mi faresti solo piangere se c'è un ragazzo, solo un ragazzo che vorrebbe sacrificare la sua vita per te e morire è difficile dirlo odio dirlo ma probabilmente sono io quando il mondo impazzisce e diventa insensato e c'è solo una voce che viene in tua difesa e la giuria si è ritirata e i tuoi occhi scrutano la camera e un viso amico è tutto quello che hai bisogno di vedere se c'è un ragazzo, un solo ragazzo che vorrebbe sacrificare la sua vita per te e morire è difficile dirlo odio dirlo ma probabilmente sono io odio dirlo odio dire ma probabilmente sono io. Sting

...........

Alle volte una partenza implica un ritorno, altre volte no... mi sei costato la fatica di un post! vedi un po' tu... Amico questo è il mio modo per dirti... ciao... da Elsa ... eternamente en fuga como la ola.

17 commenti:

Kat ha detto...

ogni pertenza è un possibile addio...
ad ogni partenza non posso che piangere le lacrime che la paura del non ritorno crea.
ogni partenza è la fine di qualcosa perchè chi torna non è mai lo stesso, perchè al mio ritorno non sarò più la stessa.

paurosa, lo so.

Elsa ha detto...

infatti io detesto i saluti cosparsi di lacrime.
un ciao, basta e avanza.
fredda? no tutt'altro.
dico ciao solo a chi tengo veramente. Diversamente non saluto.
ps
Ad ogni mio ritorno...non sono mai stata la stessa.

riri ha detto...

ciao Elsa,ti lascio un caro saluto.Odio le partenze,gli addii,le promesse...

Pellescura ha detto...

Una partenza puo' essere fine ma anche di inizio di cose nuove.

Elsa ha detto...

grazie al cielo parte un caro amico e non io.
anche perchè il suo sarà un lungo viaggio ed io non amo volare ma nuotare :)))

stella ha detto...

Bene elsa,meglio così ! Cosa saresti senza il tuo mare?

Elsa ha detto...

@ Stella
...cosa sarei senza il mio mare...
forse nelle parole di quella canzone qualcosa mi appartiene...
per quanto riguarda il sale...non sarei capace di vivergli lontano.
E' un limite?...forse...ma tutto non si può avere ed io non lo voglio.
ciao cara

riri ha detto...

Le partenze non mi sono mai piaciute,soprattutto quando a partire ero io e qualcuno mi aspettava...sapevo spesso di non tornare più,ma era troppo difficile dirlo.
Buona serata

Maurizio ha detto...

Dopo tante partenze, un cuore può rifiutarsi di accogliere altre persone, per paura di dover ancora dire addio, e le partenze spesso sono "per sempre", almeno in questa vita....
Ti lascio un mio abbraccio

Luca ha detto...

..Attenzione..è così bello cercare la parte romantica o romanzesca in ciò che si scrive..anche una semplice partenza, che di saluti e addii magari potrebbe non avere niente nella realtà, nel post può diventare un castello...magari verrebbe giù in riva con un nitido colpo d'acqua...fondamentalmente si creano dei racconti nei post..la realtà non è solo quella che si vede in un post di un blog...occhio....bisogna stare attenti a non perdersi in un bicchiere d'acqua...ci vuole un pizzico di curiosità in più per aprire una porta..perchè a volte arriva poco guardando da uno spioncino...........!!!!!!!!
Si spendono pensieri ed energie su binari completamente sbagliati solo per non aver abbassato una maniglia!!!!!!!
Credo che se quel pizzico di curiosità che viene da dentro non è sufficente per spingere un'anima a cercare un'altra si rimane in un limbo dove le due anime non sanno minimamente dove caspita sono,cosa pensano realmente, se son partite davvero, se sono a fianco, o altro..se poi la curiosità non è sufficente allora pace,certo...
ma una domanda: se c'è la curiosità, ma per qualche fottutissimo caso due anime non si incontrano e si perdessero un'angolo di paradiso (che potrebbe avere tanti nomi ovviamente, grande amiciza, feeling, passione, semplicità,piacere di sentire anche solo una voce) senza neanche accorgersene?


Ps: Penso spesso questo: Miiii..speriamo che quel che non viene fuori di me nel blog sia una cosa che ti potrebbe deludere tanto, e ugualmente spero che l'altra parte di te che non vien fuori nel blog deluderebbe anche me...in caso contrario ogni attimo passato senza sentire il respiro reciproco sarebbe non un mare, ma potrebbe essere un bellissimo oceano immenso che non viene navigato..proprio da noi che passiamo tanto tempo a scrutarlo dalla riva..

Luca

Valentino ha detto...

grazie Elsa, sai che alla mia partenza seguirà un ritorno... si sente il bisogno di staccare la spina, almeno per un mese...
di andare lontano... per imparare a vivere la vita diversamente da qui in modo più semplice...
sentire la mancanza delle persone care si impara ad apprezzarle di più...
e sai che tu lo sei...

un beso

calendula / trattalia ha detto...

IL TITOLO E UNA CANZONE SI STING?

Cesco ha detto...

Ma l'hai tradotta tu? E' un testo assolutamente fantastico!

p.s., scusa per l'incomprensione nel post precedente, purtroppo in questi giorni la mia mente è poco reattiva, si sforza di leggere e di cogliere il significato, ma fa cilecca, troppo abbattuto da alcune cose. Ma rileggendo con calma, è un altra cosa.

holden ha detto...

A volte una telefonata s'interrompe e lascia la sensazione di non aver etto le cose più importanti. A volte..ciao Elsa ma quando vai in vacanza?

Elsa ha detto...

@ holden

Mah...alle volte "una telefonata allunga la vita"!!!
non ho capito...
Nel post si parla di una partenza...era riferito a quello???

ps dopo l'infortunio di cui no ho potuto usufruire, farò in modo che mi spediscano a calci in vacanza.

Elsa ha detto...

pss Da libera prof..
sarei già andata in vacanza...ma il sistema in Elsa vede solo un numero...non certo quello del mio mobil phone!
difficile da capire...ma di più non voglio.

Maurizio ha detto...

qui e in tutti i "luoghi" in cui sarai libera di esprimerti non sarai mai un numero, sarai una voce immaginata, un profumo, una sensazione, un pensiero...