domenica 8 giugno 2008

per Colei...


...Per Te piccola grande donna...
Eri la più Forte fra gli Ultimi
Per te grande donna ...
era inesauribile il tuo Amore.
Per te che eri adorabile nei gesti.
Per te che ogni vita aveva un senso.
Per te in perenne lotta con il tuo Dio...
al quale chiedevi...semplicemente perchè.
Per te che sapevi che tutto era sempre poco.
Per te che nonostante le difficoltà... il tuo sorriso.
Per te che la speranza non era un sogno...
Per te che la morte era rispetto solenne.
Per te che ogni perdita umana
era un amara sconfitta contro la fame
Per le tue rughe che eri bella...
Per quella bellezza nel tuo cuore
Per tutti gli ultimi che solo in te
hanno trovato la luce.
Per l'amore combattuto verso
il tuo Dio a cui non sei mai venuta meno.
Ovunque tu sia...hai brillato di luce propria.
Per te che quì si continua morire di fame...
mentre i grandi discuttono...
Madre avresti urlato il tuo dolore...
ancora una volta...

24 commenti:

Fracisco Pizarro ha detto...

Madre Teresa de Calcuta non so si sarà la donna piu grande del mondo ma lei esempio di vita, di amore y di cuore.

Ishtar ha detto...

Di sicuro rimmarrà nei nostri cuori anche se come hai ben detto coloro che possono realmente incidere per rimediare alla fame nel mondo che hanno contriubuito a determinare se ne fottono!
ciao sorre

stella ha detto...

Elsa non potevi scrivere versi migliori dedicati a Madre Teresa,sento che essi sono scaturiiti dal tuo cuore in modo immediato.La ringraziamo e la ricordiamo con gratitudine e affetto,per il testamento che ci ha lasciato.
Buona domenica

holden ha detto...

La tua sensibilità ..
arriva trasportata dal vento sino qui..

Elsa ha detto...

Per Stella

Cara li ho buttati giù alle due del mattino, proprio in modo immediato, non volevo parlare di quello che a Roma NON HANNO FATTO.
Lei agiva in modo immediato.
A Roma tante foto...mentre centinaia di bambini muoiono di fame.Il bimbo che tiene in braccio si chiama Eddy...non so se è ancora vivo...spero di si.

wilson ha detto...

Grazie Elsa, mi hai ricordato di non fare di tutte le erbe un fascio, un detto molto attuale da qualche mese a quest parte...


p.s. stò scopredo un'altra Sardegna attraverso i blog ed è comunque bella.

Elsa ha detto...

ho volutamente parlato di Lei.
Lei che si è sempre spesa tanto.
A Roma in questi giorni i vertice FAO con i Grandi ci è costato un patrimonio, solo per discuttere, con quei soldi si potevano sfamare due stati!!!!
Il discorso è sempre lo stesso...dove c'è il petrolio va bene, dove ci sono i diamanti...i bambini muoiono mentre fanno i soldati...e poi chi indossa quei brillanti???????????????????????
Si fottano con le loro parole...perdonate la volgarità ma troppe vite perse in nome di chio di cosa???????????????????

silvano ha detto...

Sarebbe interessante un giorno parlare di Madre Teresa di Calcutta da altri punti di vista. Non è il caso di farlo qui ed ora, credo che finirebbe in una dissanguante polemica al pari di quella che avvenne alcuni mesi fa, sempre sul tuo blog, intorno ad un post su Papa Wojtila. Vi esorterei a fare alcune ricerche in libreria o su internet a scoprire altre voci, altri punti di vista "sulla grande santa" un po' più fuori dal coro.
ciao a tutti ed in particolare ad Elsa.

streghetta ha detto...

Cara Elsa, mentre leggevo il mio cuore batteva forte, colei che amava definirsi la piccola matita di Dio, ha fatto grandi opere e ha saputo mettere a frutto i principi della nostra religione. Donne come lei non ne nasceranno più!!!Grazie per le belle parole

Elsa ha detto...

per silvano

Silvano fra le righe dei versi che ho dedicato a Lei...ho scritto anche del perenne conflitto che visse con il suo Dio...sono abbastanza informata sui suoi carteggi e so che fu invisa a molti. Ma io ho voluto parlare della Donna...Madre di tanti piccoli e grandi che in Lei trovarono conforto.
grazie per i tuoi commenti come sempre.

silvano ha detto...

@elsa: grazie per i tuoi commenti. Veramente non ho voglia di far polemica. Poi adesso non ho nemmeno tempo per discutere. Ti chiedo solo una cosa, visto che ti reputo una persona intelligente e con la testa sulle spalle. Tu avessi la possibilità di curare delle persone le cureresti con un amore immenso ma niente antibiotici, oppure useresti gli antibiotici e poi per l'amore..quello che sei in grado di fare. Prima la cura o prima la sofferenza e la fede?
ciao.

Elsa ha detto...

mi sono trovata in situazioni difficili...prima è venuto il cuore e poi il resto...
se non avessi avuto cuore...avrei delegato ad altri la responsabilità che ho sentito in quel momento.
Parlo di un tentativo di suicidio...
per gli antibiotici penso che in alcuni casi siano indispensabili...ma ci vuole un grande cuore anche nelle cure.

silvano ha detto...

Sì però se avessi la polmonite preferirei gli antibiotici e non qualcuno che non me li dia perchè muoio emendando i miei peccati. Avendone la possibilità trovo una scelta sbagliata di non somministrare farmaci e far morire le persone ...però amandole tanto.
ripeto cercate altre fonti e fatevi un'idea + completa rispetto alla minestra riscaldata che passa il convento.

Franco Zaio ha detto...

Mi permetto di segnalare però un libro: "La posizione della missionaria", ed. Minimum Fax. Dateci un'occhiata.

Elsa ha detto...

just a moment....in punto di morte?
Certamente anche io preferirei gli antibiotici...e a mia volta li darei...questo è certo!
poi per chi fosse credente la libertà durante la cura di pregare il loro Dio.
Silvano ci sono malattie come la FAME che per curarle ci vuole CIBO,
e per uno stomaco abituato a non mangiare ci vuole un mare di pazienza e tanto amore per abituarlo a cibarsi ancora...non siamo tutti uguali...ma sicuramente essendo tu un mio paziente, prima ti sorriderei e poi...massiccia dose di antibiotici...e poi ti sorriderei ancora....

silvano ha detto...

@elsa: franco ha suggerito un libro procuratelo e leggilo. La santa pur avendone spesso e volentieri non dava medicine. Ma ti prego leggi il libro e procurati materiale, poi ti farai una tua opinione non ha senso che io ti forzi, ti influenzi. Anche il mio è un punto di vista. ciao.

Elsa ha detto...

...Silvano questo non lo sapevo!
mi informo sicuramente...
ecco perchè ti ho detto che trovavo giusto parlarne...se così fosse mi dispiacerebbe...ma devo comunque informarmi.
grazie

Fracisco Pizarro ha detto...

Grazie per essere così con noi

Cesco ha detto...

Come non si può provare una grande commozione nel ricordo di questa grande donna, che con la sua opera ha alleviato le sofferenze di tanta gente, caricandole sulle sue magre spalle, capaci di reggere un peso che l'umanità intera neppure oserebbe immaginare? Persone come queste prescindono da qualsiasi ideologia e religione, non si può dire qualcosa di brutto o disdicevole su madre Teresa. Era amore puro quello che sapeva donare, senza riserve, senza parsimonia. Aveva una missione e la portava avanti contro il mondo che le remava contro. Il solo pensiero di quel piccolo gigante, mi fa ancora rabbrividire e commuovere.

Cesco ha detto...

Silvano, senza polemica, questa volta, ma vorrei sapere di questi famosi punti di vista, e magari darmi l'indirizzo, che mi incarico personalmente di prenderli a calci nel deretano. Tanto io non sono cattolico, e dell'inferno non mi importa...

Valentino ha detto...

davvero dei bellissimi versi dedicati ad un "Donna" che a dato tanto agli altri nel modo in cui Lei vedeva il mondo e l'amore per Dio...
sicuramente tutti commettiamo degli errori...
ma dal mio piccolo non me la sento di giudicare...

ciao

PrincessHope.. ha detto...

esempio da seguire...

PrincessHope.. ha detto...

sinceramente non capisco che cosa mi volevi dire...:D:D.. a me piace questa poesia..

Jasna ha detto...

semplicemente... meravigliosa!